Tu cuerpo es agua, gota de mar, ola que quiere volver…

Tu cuerpo es agua, gota de mar, ola que quiere volver…
(da “Afuera llueve otra vez“)

Le sezioni bresciane di Amnesty International e Medici Senza Frontiere hanno organizzato “Corpi feriti e diritti violati: quando la vittima è donna” un incontro sul tema della violenza di genere.

L’appuntamento è per sabato 19 gennaio dalle 17.30 all’Auditorium San Barnaba, in Piazza Arturo Benedetti Michelangeli a Brescia.

Non si è spenta l’eco della manifestazione nazionale del 24 novembre, e soprattutto non tacciono gli appelli su un fenomeno allarmante per dimensioni, oltre che per la sua insensata crudeltà.
La situazione ha le caratteristiche dell’emergenza nei Paesi in conflitto,
come riferirà Rosanna Sestito, operatrice umanitaria di Medici Senza Frontiere. Lo stesso tra i diseredati (Paolo Pobbiati, presidente di Amnesty International Italia parlerà del “femminicidio” che dal ’93 ha mietuto più di 400 vittime tra violentate, seviziate e uccise a Ciudad Juárez) e, soprendentemente, anche nelle società del benessere, come si apprenderà dalle esperienze dirette della dottoressa Donatella Albini, ginecologa, nella realtà bresciana.

Ci piace essere, con la musica, là dove si dicono parole a tutela dei diritti umani.
Con Alma del Sur e Canto Libre vi aspetto dunque sabato 19 gennaio, all’Auditorium San Barnaba, dalle 20.30.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *